FLORESTA

Slider
Slider
Slider

Floresta è un piccolo borgo montano che sorge su un promontorio, il più alto della Sicilia, situato sui Monti Nebrodi. Le origini del Paese si fanno risalire al primo insediamento dei romani che venivano qui a far la legna per le loro navi.  Il nome Floresta sembra derivare da due termini latini “Flos aestatis” cioè fiore d’estate e “Foresta” di cui prende il nome nel 1619 Antonio Quintana Degna “ Marchese della Foresta” nominato da Filippo III di Spagna.  Dopo il XIV secolo il paese diventò dominio di Federico D’Aragona che lo trasformò in feudo, sfruttandolo per la produzione di cereali, da qui la presenza di mulini ad acqua. Nel 1820 Floresta divenne comune, caratterizzato da “pagghieri mpetra”, “cubburi”, ovvero rifugi pastorali costruiti con pietre a secco che si fondono perfettamente con la natura, dove l’unica luce che filtra è quella dell’ingresso. A Floresta ritroviamo gli antichi mestieri tramandati nel tempo da generazione in generazione: dall’allevamento dei bovini si ottiene la produzione di formaggi come la ricotta fresca, stagionata, infornata e la famosa provola a sfoglia; mentre attraverso il mestiere del ricamo vengono organizzate delle mostre del ricamo artigianale. Inoltre un altro punto forte della cittadina è il clima, infatti le basse temperature permettono di praticare sport invernali e fare piacevoli escursioni e passeggiate nel territorio circostante caratterizzato da monti, boschi, e vallate da cui si può godere di un favoloso panorama.

 

PRINCIPALI ATTRATTIVE

 

CHIESA SANT’ANTONIO DA PADOVA

La chiesa è dedicata al santo di Padova, che si festeggia il 13 giugno di ogni anno.

 

CHIESA SANT’ANNA

La chiesa madre costruita nel 1750 in onore di San Giorgio da Antonio Quintana Duegnas fu dedicata a Sant’Anna patrona di Floresta nel 1800, e  nel corso dei secoli ha presentato vari interventi di restauro. L’edificio è composto da tre navate e presenta varie statue rappresentanti Sant’Antonio da Padova con il bambino Gesù e la Madonna Assunta.

torna all'inizio del contenuto