Tindari Nebrodi
     
Introduzione  

Librizzi é una terrazza sul mondo, da doveLe Eolie, l’Etna e Tindari.
Dalle sue sommità si scorge un panorama magnifico.

Sorta nel 1100 intorno al castello Bricchinnai, sui cui ruderi oggi sorge la Chiesa Madre,

Librizzi ha antiche tradizioni contadine, i cui segni è possibile scorgere,
nei palmenti scavati nella pietra e nei resti dei mulini ad  acqua.

Noccioleti, vigneti e uliveti sono ancora il traino dell’economia locale.

All’interno delle Chiese si possono ammirare pregevoli opere d’arte.
 
Nella Chiesa della Catena, si trova la statua marmorea della Madonna della catena,
che viene portata in processione la prima domenica dopo ferragosto,
al suono della cornamusa.

Nella chiesa di San Paolo recentemente costruita dalla Diocesi, si trova invece
l’antica statua lignea di San Michele arcangelo,  e pregevoli vetrate artistiche.

La tradizione a Librizzi si incontra con l’arte culinaria dei maccheroni al sugo,
la cui sagra si svolge il 3 agosto e i frittuli protagonisti della sagra di settembre.


 
   
 
     
       
 
Comunita europea
 
  Regione Sicilia  
Regione Siciliana
Assessorato Beni Culturali,
Ambientali, della Pubblica
Istruzione ed Educazione Permanente
 
POR
Por Sicilia 2000-2006